Novelle di Tizzi: #5 Elleboro - il Fiore della pazzia

novelle-di-tizzi-elleboro

Fin dall’antico Tempo della Dea Inaela, esisteva un villaggio molto particolare: tutti gli abitanti di questo singolare luogo erano pazzi. Proprio tutti, sai: il sindaco, il medico, il droghiere, la vicina di casa, il fioraio, la maestra, il gatto ed il cane e anche tutti gli animali allevati lì.

Non era affatto strano vedere qualcuno parlare da solo o camminare a testa in giù appoggiato sulle mani. Qualcuno credeva di essere un famoso eroe d’altri tempi,  qualcuno andava in giro con la benda sull’occhio, pensandosi un pirata, altri ridevano di continuo senza nessun apparente motivo. C’era chi faceva un gran baccano e chi stava sempre in silenzio. C’era chi vedeva fantasmi e chi sognava di volare, agitando le braccia. Persino i cani ed i gatti andavano in giro con pantaloncini e maglioni, sentendosi umani…

Insomma: un gran caos, questo è vero.

Sai però cosa c’era di speciale in questo posto? Che tutti i matti, proprio tutti, avevano un cuore pulito e nessuno di loro, ma proprio nessuno, giudicava gli altri per ciò che facevano o li derideva.

Tutti i matti, ma dico proprio tutti tutti avevano quella grazia per cui la Dea Inaela rimase colpita dal posto: ognuno di loro era capace di accettare se stesso proprio così com’era ed ognuno sapeva accettare le persone intorno a sé esattamente così com’erano….pazzi , no?

Pensa che razza di paese: un posto dove nessuno critica, giudica, fa moralismo….incredibile!

Ma la nostra Dea, che apprezzò questa caratteristica, decise di creare un bellissimo fiore bianco che spunta quando intorno c’è ancora il gelo – proprio come quando noi ci affanniamo a giudicare, a criticare – per ricordare a noi questo strano villaggio.

Chiamò questo fiore Elleboro, il fiore della pazzia.

helleboro

Regalalo a chi non apprezza la sua personale e sana pazzia.

Regalalo alle persone ipercritiche, che giudicano e creano il gelo intorno a loro.

E prendilo per te: chissà che pazzia bella creativa e sana hai in te stesso! Sarà ora di tirarla fuori?

L’Elleboro ti aiuterà ad accettarti proprio così come sei e ti permetterà di essere più comprensivo con la pazzia altrui.

Corinna Brilli

ULTRAVIOLET shop, corso Vittorio Emanuele II 73/c, Turin, Italy

Kokedamer, creftworker, networkmarketer and flowers' girl in Turin (IT)