Bulbi: una volta sfioriti?

Parliamo di bulbi:

una volta fioriti i nostri tulipani, narcisi, giacinti, amarillis, iris, ecc... cosa si fa, buttiamo via tutto?

OVVIAMENTE NO!

I primi passi sono:

bulbi1.jpg
  • toglierli dalla terra
  • pulirli BENE tagliando foglie e fiori (i fiori potrete usarli recisi dentro un vaso)
  • tagliare tutte le radici; in questo modo evitiamo un ulteriore germogliazione.

Dopodiché

  • metterli dentro un sacchetto di carta o stoffa, così che possano respirare (quelli del pane sono ideali)

Infine

  • mettere il sacchetto in un posto al buio;  in questo modo i bulbi entrano in letargo: senza la luce non si attiva la fotosintesi, e quindi non "sprecano energie" per le fioriture seguenti.
  • Dimenticateveli pure in un cassetto, o in uno scaffale fino al prossimo Settembre.

Verso Ottobre-Novembre (dipende dal bulbo) potrete ripiantarli, ovvero:

  • riciclate un vasetto (o una lattina, o una fioriera) e un sacchetto di terriccio universale;
  • riempite la base del vasetto con un po' di terra
  • posizionate i bulbi a testa in sù (attenzione mi raccomando!) e
  • ricopriteli con altre quattro dita di terriccio, ad una distanza tra loro di 10cm circa.
  • mettere il vasetto  fuori al freddo per farli "risvegliare" e
  • bagnare bene una volta ogni 15 giorni finchè non li vedrete spuntare.
  • Una volta spuntati aumentate le bagnature a una volta la settimana, fino a "un goccino tutti i giorni" quando sono in fioritura.

Ultimo accorgimento: fate attenzione che il freddo crea una "crosta" superficiale nel terriccio, quindi ogni tanto bucherellate con delicatezza la superficie, usate una forchetta o un mini rastrello, così l'acqua penetrarà bene nel terreno ;)

Corinna Brilli

ULTRAVIOLET shop, corso Vittorio Emanuele II 73/c, Turin, Italy

Kokedamer, creftworker, networkmarketer and flowers' girl in Turin (IT)